iSolutions al Festival della Cultura Tecnica 26 NOVEMBRE, 2018

  • Fino al cielo, e di nuovo sulla terra: Filippo Ceci alla Cape Epic
Si è svolta a Parma la prima edizione del Festival Della Cultura Tecnica (http://er.festivalculturatecnica.it/), un evento nato a Bologna cinque anni fa per promuovere e valorizzare la cultura tecnico-scientifica come strumento di crescita e rinnovamento ed oggi affiancato da 8 edizioni distribuite sul territorio regionale. L’evento è rivolto a studenti, famiglie, imprese ed istituzioni; le iniziative organizzate puntano a valorizzare i percorsi scolastici, formativi e professionali in ambito tecnico-scientifico.

Nel mese di ottobre 2018 l’Istituto Tecnico “Carlo Emilio Gadda” di Fornovo di Taro (Parma) ha ospitato una giornata della manifestazione, che ha visto la partecipazione di studenti dell’indirizzo di informatica, professionisti e anche famiglie che valutano l’istituto come percorso di formazione verso la professione per i propri figli.
Il tema principale della giornata è stato l’Alternanza Scuola/Lavoro, con un accento sulle modalità attraverso le quali la collaborazione stretta tra Istituti di formazione e aziende può portare gli studenti a realizzare progetti concreti e può dare loro l’opportunità di cimentarsi in un primo approccio con il mondo del lavoro.
In questo ambito, iSolutions ha partecipato al Festival grazie al progetto formativo sullo sviluppo con Visual Studio e le tecnologie Microsoft, organizzato in collaborazione con lo stesso Istituto “Gadda”. Questo corso di formazione, che viene riproposto annualmente a partire dal 2015, si propone di dare agli studenti i concetti di base di un ambiente di sviluppo non trattato dal normale programma scolastico di informatica, ma molto utilizzato nel mondo del lavoro.
In veste di docente e organizzatore del corso, Alberto Dallagiacoma (software architect di iSolutions) ha presentato la struttura del corso, quali sono gli argomenti trattati e - cosa più rilevante per un’azienda - come questo corso permetta di valutare i ragazzi neodiplomati al fine di un’eventuale assunzione.